X Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

Accesso civico generalizzato e sanzione disciplinare del dipendente impugnata in sede giudiziaria: l'opinione del Garante italiano della Privacy

mansi news

05-06-2017

Accesso civico generalizzato e sanzione disciplinare del dipendente impugnata in sede giudiziaria: l'opinione del Garante italiano della Privacy

L'accesso civico generalizzato previsto all'art.5, comma 7, d.lgs. n.33/2013, precisa il Garante con il provvedimento n. 254 del 2017, deve essere respinto ogni volta che la conoscibilità indiscriminata dei dati personali potrebbe causare, all'interessato o ai suoi congiunti, danni legati alla sfera morale, relazionale e sociale. Ogni trattamento di dati deve infatti essere effettuato nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali nonché della dignità dell'interessato, tenendo conto anche dei diritti alla reputazione, all'immagine, al nome, all'oblio e in generale ai diritti inviolabili della persona.

Clicca qui per scaricare il parere del Garante della Privacy  del 31 maggio 2017 n. 254

http://garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/6495493

Made in Web Industry