X Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

Novità in tema di ammortizzatori sociali nel decreto correttivo del Jobs Act

mansi news

12-10-2016

Novità in tema di ammortizzatori sociali nel decreto correttivo del Jobs Act

È’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 235 del 7 ottobre 2016, il d.lgs. n.185/2016 del 24 settembre 2016 con cui vengono introdotti correttivi ai decreti legislativi n. 81/2015, n. 148/2015, n. 149/2015, n. 150/2015 e n. 151/2015 (cd. manovra jobs act).

Particolare interesse presentano le modifiche in tema di ammortizzatori sociali (d.lgs. n.148/2015) previste nell'art.2, comma 1, lett.a-b), d.lgs. n.185/2016.

Quanto alla disciplina della Cassa Integrazione Guadagni  la normativa inizialmente disponeva che l’istanza di Cassa integrazione guadagni ordinaria dovesse essere presentata all’Inps entro i 15 giorni successivi all’evento causa della sospensione o riduzione di orario nel correttivo si precisa che, in presenza di eventi non evitabili (es. eventi atmosferici), il termine decorre dal mese successivo a quello in cui si è verificato l’eventon (art.2, comma 1, lett.a), d.lgs. n.185/2016 che sostituisce l'art.15, co.2, d.lgs. n.148/2015).

Quanto all'istanza di Cassa integrazione guadagni straordinaria la normativa inizialmente stabiliva che la sospensione o riduzione di orario non potevano iniziare prima che fossero “decorsi” 30gg dall’istanza; nel corrrettivo si precisa che la sospensione inizia entro 30gg dalla presentazione della domanda (art.2, comma 1, lett.b), d.lgs. n.185/2016 che sostituisce l'art.25, co.2, d.lgs. n.148/2015).

Inoltre viene data la possibilità di trasformare in contratti di solidarietà espansivi i contratti di solidarieta' di cui all'art.21,  co5, d.lgs. n.148/2015 in corso da almeno 12mesi e quelli  stipulati  prima  del  1°
gennaio 2016 a condizione che la riduzione complessiva  dell'orario  di lavoro non sia superiore a  quella  gia'  concordata, definendo una particolare disciplina per il trattamento di integrazione salariale (art.2, comma 1, lett.c), d.lgs. n.185/2016 che introduce sostituisce l'art.41 comma 3 bis , d.lgs. n.148/2015). 

Da ultimo nel correttivo si aumenta da 5% al 50% la soglia delle risorse  finanziarie non spese utilizzabili dalle Regioni per la copertura degli ammortizzatori sociali in deroga (che si stima potrà arrivare a 4 mesi e mezzo nel corso del 2016).

Clicca qui per scaricare il testo del decreto n.185/2016

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2016-10-07&atto.codiceRedazionale=16G00198&elenco30giorni=false

Made in Web Industry