X Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

Jobs act atto IV - Novità in tema di Ispezioni nel d.lgs. n.149/2015

mansi news

14-09-2015

Jobs act atto IV - Novità in tema di Ispezioni nel d.lgs. n.149/2015

Nel decreto legislativo14 settembre 2015 n. 149, al fine di razionalizzare e semplificare l’attività ispettiva, si prevede l’istituzione dell’ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO. Il nuovo Ente coordinerà la vigilanza in materia di lavoro, contribuzione e assicurazione obbligatoria, definirà tutta la programmazione ispettiva e le specifiche modalità di accertamento e detterà le linee di condotta e le direttive di carattere operativo per tutto il personale ispettivo (compreso quello in forza presso INPS e INAIL). 

A supporto alla programmazione dell’attività di vigilanza INPS, INAIL E AGENZIA DELLE ENTRATE metteranno a disposizione dati e informazioni, sia in forma analitica che aggregata, anche attraverso l’accesso a specifici archivi informatici. Inoltre, ciascun organo di vigilanza che svolgerà accertamenti in materia di lavoro e legislazione sociale avrà l’obbligo di raccordarsi con l’ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO la cui attività di coordinamento sarà agevolata dalla stipula di appositi protocolli (anche con Sevizi ispettivi delle Aziende Sanitarie locali e delle Agenzie regionali per la protezione ambientale) per assicurare uniformità di comportamento e maggiore efficacia degli accertamenti ispettivi, evitando la sovrapposizione degli interventi.

Nel decreto inoltre i ricorsi amministrativi e giudiziari riguardanti gli atti degli organi ispettivi vengono interessati da una importante semplificazione normativa.

Made in Web Industry