X Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

Lavoro occasionale e assetto sanzionatorio: interviene l’Ispettorato Nazionale del Lavoro

mansi news

28-08-2017

Lavoro occasionale e assetto sanzionatorio: interviene l’Ispettorato Nazionale del Lavoro

Il nuovo quadro normativo: prestO e Libretto di Famiglia 

Abrogata la precedente disciplina del lavoro occasionale pagato con voucher l’art. 54-bis d.l. n. 50/2017, conv. in l.n.96/2017 introduce due "nuovi" strumenti per l'impiego di lavoro occasionale per aziende (contratto di prestazione occasionale - prestO) e le famiglie (libretto di famiglia).

Le precisazioni dell'INPS

L'INPS è intervenuto a più riprese sulla materia. Con la Circolare n.107/2017 ha precisato le procedure di registrazione e gestione delle prestazioni, nonché le modalità di assolvimento degli adempimenti informativi. Con successivo Messaggio, n. 2887 del 12 luglio 2017, l’INPS ha escluso dal conteggio i lavoratori assunti con contratto di apprendistato e chiarito che i lavoratori part-time e intermittenti debbono essere conteggiati in proporzione al lavoro svolto. Con il Messaggio n.3177 del 31 luglio 2017 l'INPS ha comunicato l’estensione delle operazioni di registrazione e di svolgimento degli adempimenti agli intermediari abilitati ex l. n. 12/1979 e agli enti di patronati esclusivamente per i servizi erogati al prestatore e agli utilizzatori del libretto di famiglia.

I chiarimenti dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro sull'assetto delle sanzioni

La Circolare del 9 agosto 2017, n.5 dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro si affianca ai chiarimenti già elaborati dall’INPS n.107/2017 sulla legge n.81/2017 e chiarisce l’assetto delle sanzioni.

L'assetto sanzionatorio può essere così schematizzato

 

violazioni

sanzioni

1) superamento del limite economico (2.500 euro) o comunque del limite temporale di durata della prestazione (280 ore)

trasformazione del rapporto in rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato

Sanzioni civili e amministrative

2) utilizzo del lavoro occasionale per prestazioni rese da un proprio dipendente/collaboratore (anche solo nei 6 mesi precedenti) [esclusa ipotesi di lavoratore in somministrazione]

trasformazione del rapporto in rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato qualora venga accertata la natura subordinata della prestazione di lavoro occasionale

 

3) violazione degli obblighi di comunicazione preventiva + utilizzo della prestazione occasionale nonostante i divieti posti dal comma 14 [utilizzo da parte di datori di lavoro con più di cinque dipendenti; utilizzo in lavori in edilizia; utilizzo in caso di appalto…]

 

Sanzione amministrativa da 500 a 2500 euro per ogni prestazione lavorativa giornaliera accertata in violazione [non trova applicazione la procedura di diffida di cui all'art.13 d.lgs. n. 124/2004 e la sanzione ridotta ai sensi dell’art. 16 l.n.689/1981 è pari a euro 833,33 per ogni giornata non tracciata da regolare comunicazione]

3) violazione degli obblighi di comunicazione preventiva + utilizzo della prestazione occasionale nonostante i divieti posti dal comma 14 [utilizzo da parte di datori di lavoro con più di cinque dipendenti; utilizzo in lavori in edilizia; utilizzo in caso di appalto…]

 

Maxi sanzione per il lavoro nero [resta esclusa solo se la prestazione è stata resa nel rispetto dei limiti economici (2500 euro) e temporali (280euro) e sussistino precedenti analoghe prestazioni lavorative occasionali correttamente gestite]

4) impiego di lavoro occasionale per un orario maggiore rispetto a quello denunciato nella comunicazione preventiva

 

Sanzione per la comunicazione non corretta + regolarizzazione degli importi in eccedenza non pagati [compenso, contributi, sanzioni accessorie]

5) violazione della disciplina in tema di pause e riposi (giornalieri/settimanali)artt.7,8, 9, d.lgs. n.66/2003

 

Vedi sanzioni disciplina specifica

6) violazione della disciplina in materia di salute e sicurezza sul lavoro

 

Vedi sanzioni disciplina specifica

Clicca qui per scaricare la Circolare dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro n.5/2017

http://www.consulentidellavoro.it/files/PDF/2017/INL-circolare-5-2017-nota-regime-sanzionatorio-prestazioni-occasionali-signed.pdf

 

Clicca qui per scaricare la Circolare INPS n.107/2017

https://www.inps.it/CircolariZIP/Circolare%20numero%20107%20del%2005-07-2017.pdf

Clicca qui per scaricare il Messaggio INPS del 31 luglio 2017, n.3177

https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%203177%20del%2031-07-2017.htm

Clicca qui per scaricare il Messaggio INPS del 12 luglio 2017, n.2887

https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2FMessaggi%2FMessaggio%20numero%202887%20del%2012-07-2017.htm

Clicca qui per scaricare gli approfondimenti della Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro le Circolari e le FAQ

 http://www.consulentidellavoro.it/files/PDF/2017/FS/Circolare_FS_N_7_Circolare_Prestazioni_Occasionali.pdf

 http://www.consulentidellavoro.it/files/PDF/2017/FS/Circolare_FS_N8_Lavoro_occasionale_famiglie.pdf


 

Made in Web Industry